La storia a fumetti

La storia a fumetti

Con il sussidio per GrEst e Estate Ragazzi “Il Tesoro delle 3 Chiavi” NET si apre al mondo dell’estate portando con sé quelle che sono le proprie specifiche, compreso lo stile narrativo del fumetto. Quest’estate, le avventure della Banda di NET prenderanno vita non solo mediante le rappresentazioni teatrali ma anche grazie a vignette e balloon.

Come utilizzare al meglio lo strumento narrativo del fumetto? Abbiamo pensato a quattro occasioni che possono venire incontro alle esigenze delle attività estive.

1. Il fumetto come strumento per animare l’estate

Il fumetto può essere a tutti gli effetti un originale e interessante strumento per far vivere la storia a bambini e ragazzi. All’inizio del GrEst, a ogni bambino può essere consegnata una cartellina vuota e giorno dopo giorno gli potrà essere consegnata una scheda con la puntata. Si può individuare un momento della giornata in cui consegnare la tavola illustrata e potrà essere narrata in condivisione con il proprio gruppetto di bambini. Questa soluzione può essere adatta anche in quelle realtà dove sono presenti pochi animatori utili a realizzare la rappresentazione teatrale della storia.

2. Il fumetto come supporto per l’animazione teatrale

L’animazione teatrale è parte integrante dell’animazione da palco, espediente utile anche agli animatori per crescere e immergersi a tutti gli effetti nella storia. In questa direzione la storia a fumetti può essere utilizzata, dopo la rappresentazione teatrale per rafforzare il messaggio trasmesso dagli animatori sopra il palco. Anche in questo caso si sconsiglia di dare ai ragazzi la cartellina con tutte e dieci le tavole ma presentare le schede giorno dopo giorno. Può essere un’utile occasione per concludere la giornata.

3. Il fumetto come occasione per rivivere le avventure estive

Un’altra caratteristica, comune a tutte le esperienze estive, è quella della consegna dei gadget. La cartellina con le dieci puntate può diventare un’originale gadget da regalare a tutti i partecipanti al termine delle attività estive. I bambini e i ragazzi potranno così rivivere le avventure che hanno caratterizzato l’estate.

4. Il fumetto come ulteriore risorsa per gli animatori

Infine, anche se la cartellina con le dieci puntate è pensata per i bambini, le illustrazioni possono diventare uno strumento utile anche per gli animatori che si prestano a preparare le rappresentazioni teatrali. Sebbene il fascicolo per animatori “Leave your Mark” offra le sceneggiature teatrali di tutte e dieci le puntate, le illustrazioni possono essere una preziosa occasione per prendere spunto nel realizzare gli adattamenti teatrali. Gli animatori potranno così guardare le espressioni dei personaggi, gli oggetti di scena e avere chiara la sceneggiatura della storia. 

5. Il fumetto come strumento per animare un’estate post Covid 

L’estate che ci apprestiamo a vivere, seppur con buone speranze, è un’estate che molto probabilmente vedrà ancora protagoniste le norme di prevenzione anti-contagio. Il fumetto può essere un’occasione per far vivere a bambini e ragazzi la storia anche senza la presenza delle tradizionali scenette animate e recitate dagli animatori. Questa soluzione può essere adatta anche in quelle realtà dove sono presenti pochi animatori utili a realizzare la rappresentazione teatrale della storia. All’inizio del GrEst a ogni bambino può essere consegnata una cartellina vuota e giorno dopo giorno gli potrà essere consegnata una scheda con la puntata. Si può individuare un momento della giornata in cui consegnare la tavola illustrata e potrà essere narrata in condivisione con il proprio gruppetto di bambini.